DISLIVELLO TOTALE: 800m
DISLIVELLO IN FERRATA: 600m (a tratti discontinui)
TEMPO IN FERRATA: 2,30 ore
DIFFICOLTA’: MD (media difficoltà)


ACCESSO:

In auto dal paese di Giazza (VR) salire fino al Rifugio Revolto (1336m). Da qui per sentiero 186, o strada bianca fino al Rifugio Passo Pertica (1522m). Di fronte al rifugio sulla sinistra parte il sentiero 193 che in breve porta all’inizio della ferrata.

DESCRIZIONE:

Dopo un paio di minuti dal Rifugio Pertica si perviene la targa alla memoria di Angelo Pojesi, pioniere dell’alpinismo veronese. Il sentiero diviene un po’ più esposto ed iniziano i primi tratti attrezzati. La prima parte è tutta in sali-scendi, non ci sono particolari difficoltà ma bisogna prestare molta attenzione, la zona è piuttosto franosa!
Si torna a salire tra i mughi, facile sentiero alternato da brevi tratti attrezzati. Dopo aver guadagnato 200-300m di dislivello dal Rifugio Pertica si incontrano alcuni tratti di corda metallica in discesa.
Nella parte centrale del sentiero alpinistico inizia l’ultima lunga salita, quella più bella e divertente, incassata tra le pareti, con tratti di corda metallica e pioli più continuativi.
Gli ultimi tornantini di sentiero su prateria rupestre ci porta alla fine del sentiero alpinistico Angelo Pojesi a quota 2100m circa.

DISCESA:

Due possibilità:
– al primo bivio sulla destra si torna col sentiero 108 al Rifugio Revolto (1.15h)
– Si continua in cresta sul sentiero della Costa Media fino al Rifugio Mario Fraccaroli (2230m) e si ritorna al Rifugio Pertica e Revolto per il Vallon della Teleferica, sentiero 108B (1.40h)

Calendario ferrate 2018: http://www.piccoledolomitisport.com/calendario-ferrate-2018/


 

Attrezzatura per ferrata: