Un’escursione nei luoghi più belli delle Piccole Dolomiti. Tra boschi e dolci pascoli, alterneremo momenti di cammino ad altri di ascolto, accumunati tra loro dalla stessa atmosfera magica, che solo la natura e la montagna sanno regalarci. Due distinte date per questo evento: venerdì’ sera 13 luglio oppure sabato pomeriggio/sera 14 luglio.

RITROVI:

Venerdì 13 luglio alle ore 19.00 fronte Rifugio Campogrosso – Recoaro Terme (VI)

Sabato 14 luglio alle ore 16.30 fronte Rifugio Campogrosso – Recoaro Terme (VI)

DISLIVELLO: 300m

DIFFICOLTA’: facile, anello di circa 6-7km

VESTIARIO: vestiario adatto alla stagione, un piccolo zainetto con un pò di cibo e acqua. Si raccomandano scarponcini o scarpe basse da trekking. Una coperta per sedersi sull’erba mentre si ascolano i musicisti. Una pila per il venerdì sera.

RITORNO ALLE AUTO: verso le 21.30/22.00 il venerdì, verso le 20.00/20.30 il sabato.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 20 euro (comprende guide e musicisti)

RIDOTTO FINO A 14 ANNI: 10 euro

Nelle malghe si potranno acquistare prodotti tipici locali. Sarà possibile cenare a Malga Bovental, al Rifugio Campogrosso, oppure al sacco. Chi decidesse di cenare in una di queste due strutture consigliamo di comunicarcelo per assicurarsi il posto.

PER INFO O ISCRIZIONI:

Davide Deganello cel: 3281257258 e-mail: piccoledolomitisport@gmail.com

Luca Zuliani cel: 3493922626 e-mail: luca.apiedelibero@gmail.com

GLI ARTISTI – MUSICISTI:

Stefano Fornasaro, flauti Diplomato con il massimo dei voti e la lode al conservatorio di Udine, svolge intensa attività concertistica a livello internazionale in diverse formazioni stabili come la North East Ska Jazz Orchestra, la Udin&Jazz Big Band, e L’INSIUM, il laboratorio permanente di ricerca musicale diretto da Glauco Venier e Michele Corcella. Attratto dagli aspetti scientifici della creatività, è un esploratore dei più svariati territori del linguaggio musicale, dal tango al jazz, dalla sound art alla theatre music. Attivo anche come compositore/produttore assieme ad Andrea Blasetig ha dato vita al progetto Etta Aman Tribute con il quale ha realizzato le musiche per il documentario cross-mediale interattivo “Nella Sabbia del Brandeburgo”

Stefano Fornasaro

Stefano Fornasaro

Stefano Dalan si è diplomato con Albert Rabenstain, fondatore e direttore del “Centro de Terapia de Sonido y Estudios Armonicos” – Buenos Aires, Argentina, utilizzandone il metodo nel massaggio sonoro armonico e nelle sessioni di Armonizzazione di gruppo. (https://www.tibet.com.ar). Studia da diversi anni l’impiego dei suoni armonici nel benessere, nella ricerca personale e nella meditazione in genere. Ha successivamente incontrato Andrea Tosi (www.musichalchimia.com) di cui è diventato allievo e da cui è stato guidato e formato come Sound Healer utilizzando gong, percussioni, monocordo e altri strumenti ancestrali, tribali e antichi. Negli ultimi anni ha collaborato diverse volte con il suo maestro Andrea Tosi. Stefano ha recentemente collaborato al progetto VBR di Luca Saini (http://cargocollective.com/lucasaini/VBR-Project) e partecipato all’inaugurazione della stessa mostra presso MACI (Museo Arte Contemporanea Imperia) https://www.maci.art/it/tempo/2017/ Nel 2018 ha fatto esperienza suonando in vari contesti in California. Ha suonato in diversi luoghi peculiari come Grotte, Montagne, Boschi, sempre alla ricerca di una diversa risonanza dei propri strumenti con le vibrazioni della natura.

Stefano Dalan

Stefano Dalan

Luca Nardon, concertista con tantissimi anni di esperienza artistica, in Italia e all’estero. Ha suonato, dal vivo o in studio d’incisione, con artisti provenienti da tutto il mondo.
Da anni collabora come musicista nel mondo del teatro, con la danza, in dialogo con le arti visive. Ama suonare in natura.
Lo strumento che suonerà sarà l’Handpan.

Luca Nardon

Luca Nardon

Andrea Zanzarin classe 1994 batterista/percussionista si avvicina due anni fa a questi strumenti chiamati handpan e propone pezzi propri mischiati a improvvisazioni in tre scale diverse.

Andrea Zanzarin

Andrea Zanzarin

 


Qualche foto della prima edizione (2017) con Riccardo Pes